L’angolo del Prof: MiniSandBasket, ecco perché fa bene ai bambini!

L’angolo del Prof: MiniSandBasket, ecco perché fa bene ai bambini!

Il MiniSandBasket è un tipo di giocoport adatto ai bambini e alle bambine, in quanto si svolge sulla sabbia e all’aria aperta. In più possiede quasi tutte le regole del Minibasket, salvo il palleggio che è sostituito dal trascinamento.

Potrebbe, quindi, essere definito come “un giocosport educativo, formativo, con la palla, simmetrico, aciclico, di tipo aerobico-anaerobico alternato”. Giocando a MiniSand si crea uno spirito di squadra ed è un “esercizio completo” in quanto si cammina, si corre, si salta, si passa la palla e si tira a canestro. Si può giocare a MiniSand, oltre che d’estate e in autunno, anche in inverno in impianti coperti con la sabbia e serve anche come preparazione atletica.

L’importanza del MiniSandBasket (come d’altronde di tutti i giochi sport adatti ai più piccoli) nel processo di crescita dei bambini è fondamentale, perché giocando con gli altri all’aria aperta sulla sabbia, si instaurano amicizie, si impara a collaborare con gli altri e poi senza palleggio si impara a passare la palla.

Il MiniSandbaseket è lo strumento attraverso il quale si impara a rispettare le regole, si consolidano tutti gli schemi posturali e motori di base, si migliorano le capacità coordinative e la mobilità articolare, si strutturano le capacità condizionali (forza, resistenza e rapidità) in una reale situazione ludica, che porta il bambino a integrare nell’attività stessa tutti gli stimoli ricevuti.

Prof. Maurizio Mondoni

Media Partner: International Young Ballers e Basket World Life



Traduci »