CHI SIAMO

Il Sand Basket, nato nel 2012 e riconosciuto dall’AICS nel 2018 come disciplina sportiva e dal duo Tarmak/Decathlon come partner tecnico ufficiale, è diventato in pochissimo tempo un punto di riferimento per il territorio nazionale. E non solo. Il marchio è stato, infatti, esportato in Danimarca ed è stato richiesto anche da altre nazioni.

Il basket su sabbia, ideato a Caserta dal dott. Gianpaolo Porfidia, è stata la grande novità dell’estate italiana 2019, da giugno ad agosto sono state organizzate le “Tappe” di qualificazione in alcune regioni dell’Italia e a settembre poi si è svolta a Gallipoli la Finale Nazionale. È stato un percorso intenso e avvincente che ha permesso di sfatare finalmente il tabù della pallacanestro in spiaggia. In occasione dell’evento conclusivo, seguito anche dalle telecamere di Sportitalia, è stato messo in palio il primo scudetto Senior e Under. Circa 1.000, tra atleti professionisti e semplici appassionati della palla a spicchi, hanno partecipato al 1° campionato Sand Basket. Numeri che, nonostante il Covid-19, non hanno subito grosse variazioni nella stagione 2019-20, periodo nel quale sono stati organizzati prima svariati eventi dimostrati in giro per l’Italia (annullate infatti per l’occasione le tappe) e poi la Finale Nazionale a Pinarella di Cervia. Questo perché il Sand Basket ha aperto ufficialmente una nuova era, lo spettacolo è appena iniziato.

Lo staff

Gianpaolo

porfidia

Cresciuto nel settore giovanile della Juvecaserta, l’ideatore del Sand Basket ha poi calcato i parquet di Serie D, C2 e C1. Per anni è stato anche nella selezione dei migliori 10 giocatori della Campania annata 1990, dopodiché una volta conclusa la carriera da cestista è diventato miniarbitro e responsabile del Recale Basketball. Attualmente è invece il presidente della Polisportiva Supernova di Fiumicino. Laureato in scienze politiche e relazioni internazionali, Porfidia è un componente della Guardia di Finanza di Roma.

Raffaele

porfidia

Nel mondo del basket dal 1999, nel corso degli anni ha acquisito le qualifiche di Allenatore Nazionale ed Istruttore Minibasket. Dal 2007 al 2011 colleziona traguardi importanti con il settore giovanile della Juvecaserta: 3 titoli provinciali, 3 titoli regionali, la partecipazione per 3 volte all’interzona e la conquista di 1 finale nazionale. Tra i successi con le prime squadre, invece, la vittoria del campionato di Serie D nel 2014-15 con la PB63 e la storica salvezza in Serie B ottenuta sempre con Battipaglia nella stagione 2017-18.

Maurizio

mondoni

Professore di III fascia-ricercatore all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, è da anni un punto di riferimento per il mondo della palla a spicchi. Nel suo curriculum vanta il ruolo di Allenatore Nazionale Benemerito F.I.P., di Istruttore Nazionale Benemerito Minibasket, di Istruttore Federale (Settore Squadre Nazionali F.I.P.) e responsabile della formazione degli Istruttori Minibasket del Settore Minibasket F.I.P., di Presidente del Comitato Tecnico Europeo FIBA Minibasket, di componente del Comitato Direttivo Europeo FIBA Minibasket e di Istruttore F.I.B.A Minibasket.

Antonio

D'ALBERO

Una vita vissuta in giro per il mondo. Nella stagione 2010 la chiamata del Lemvig Basket club di A1 danese, nell’estate 2011 entra nello staff della Nazionale Under 20 femminile della Macedonia, nel 2013 torna oltreoceano con il ruolo di head coach delle Chicago Lady Steam-Titans. L’estate successiva è invece la volta della Nazionale della Giamaica, dopodiché il Lussemburgo. A seguire, poi, coach della Federazione di Aruba, del KFUM Ostersund Basket nella Serie A femminile svedese e del Breidablik di Kopavogur nella stessa categoria ma del campionato islandese.

Enrico

VITOLO

Giornalista pubblicista, dal 2010 è uno dei principali corrispondenti per lo sport de Il Mattino di Salerno. Nel corso della sua carriera ha collaborato anche con La Gazzetta dello Sport, ma oltre alla carta stampata ha lavorato anche in televisione e in radio. Ex stagista di Sky, ha ricoperto e ricopre inoltre il ruolo di responsabile dell’area comunicazione di diverse società sportive (tra le altre PB63, Virtus Arechi Salerno, Cavese) e di social media manager. Nel 2014 vince il premio come miglior giornalista della regione Campania per il settore basket, nel 2015 invece vince il premio come miglior addetto stampa del massimo campionato nazionale di basket femminile.

I benefici del corpo

Lo staff Sand Basket non ha lasciato nulla al caso. Ha lavorato per lungo tempo e con massima attenzione a ogni dettaglio e dal 2013 sono stati svolti numerosi test per rendere perfetto quello che è diventato ufficialmente un nuovo sport nazionale. Con il prof. Valerio Verdicchio si è lavorato sull’aspetto fisico e le risposte avute dai test sono state entusiasmanti. Ma Sand Basket non vuol dire solo divertimento e competizione, ma anche benefici per il corpo. Giocare in spiaggia, infatti, aiuta a migliorare la forma fisica, dopo circa un’ora di gioco si consumano quasi 1200 calorie, favorisce lo sviluppo del corpo andando a lavorare sui muscoli delle gambe, dei glutei e delle braccia, sviluppa la capacità di equilibrio e anche quella di reattività, essendo uno sport sia aerobico che dinamico.

Traduci »